Sunday, April 1, 2018

of the new priest and Van Gogh-- sul nuovo prete e Van Gogh

This morning I went to church so I am done now for a few months (just kidding). It's that I used to like going to church, when we still had Father John. Now, not so much. We have this new priest whose only perk is that he talks like Gru from Despicable Me, that's kind of funny, for like 5 minutes. His sermons are very uneventful, he talks to the congregation as if we were kids preparing for the 1st Communion: "God shows you the way... makes you a better person..."


ZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ

It's not that I don't know how to survive boring lectures, after all that's what I did for 18 years of school! (just kidding) (not kidding). I turn my mind inwards and follow a more interesting thought or idea. But I cannot do that with this priest, because he follows the "let the little children come to me" thing quite literally, and so the entire duration of the Mass is accompanied by a distracting background symphony of yells and cries and little feet running around, and some parents even bring toys to spread out on the floor in the back of the church as if it were some kind of playgroup. 


Now. 
I have nothing agains little ones.
But:

Everybody knows that such a soundtrack is considered cute exclusively by grandparents who have had enough time to miss it. Us parents of older children have developed an allergy to screaming babies because our memories are still fresh, and couples with  no children will make sure to book a vasectomy for the following Monday.

When Father John was our priest, he organised childcare during Mass so the kids wouldn't be bored. He didn't let the kids run around in church "because it's so awfully hard to wash blood from white marble". 

Father John was from Ireland. He drank and smoked and was very much on the chubby side, but during Mass he was a true theological delight: it was no playgroup, but a sacrament in the true meaning of the word. He would create such a spiritual space for prayer and meditation, that you really left church feeling touched by something bigger than yourself. 

He was quite progressive in his sermons and not surprisingly was sacked and sent back to Ireland (the official version is that it was his decision), but he was not trying to please everybody with lukewarm stances, he was a bit of a revolutionary, as all true leaders should be. 

Only who is ready to be controversial can be truly inspiring. Because just as Van Gogh said about paintings: "the strongest energy comes from the proximity of contrasting colors". I cannot say why this is relevant in this context, but I kind of feel it is. 


------------------------------------------------------------

Stamattina sono andata a Messa, quindi sono a posto per qualche mese (scherzo). Mi è sempre piaciuto andare in chiesa quando avevamo ancora Father John. Adesso non tanto. Abbiamo questo nuovo prete che mi piace soltanto perché parla come Gru di Despicable Me, fa ridere, per 5 minuti. I suoi sermoni sono noiosissimi, sembra che parli con dei bambini che si stanno preparando alla prima Comunione: "Dio vi indica la via... vi rende migliori..."


ZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ

Non che io non sappia come fare a sopravvivere a lezioni barbose, dopotutto è quello che ho fatto per 18 anni di scuola! (scherzo) (non scherzo). Rivolgo la mia mente ad un'altra idea o pensiero più interessante e seguo quello. Ma con questo prete non ci riesco, perché interpreta il principio di "lasciate che i bambini vengano a me" in maniera letterale e così l'intera Messa ha come accompagnamento musicale un coro di urla e pianti e piccoli piedi che corrono in giro. Alcuni genitori si portano perfino dei giocattoli che spargono in fondo alla chiesa come se fosse un asilo. 


Allora.
Io non ho assolutamente niente contro i bambini.
Ma:

Lo sanno tutti che una colonna sonora del genere è apprezzata soltanto dai nonni che hanno avuto abbastanza tempo per sentirne la mancanza. Noi genitori di ragazzi più grandi ne siamo allergici, perché il ricordo è ancora troppo fresco. Le coppie senza figli poi, correranno subito a prenotare una vasectomia appena fuori dalla chiesa.

Quando c'era Father John, durante la messa mandava i bambini con dei volontari che li facevano giocare, in modo che non si annoiassero. Non lasciava che corressero in giro per la chiesa perché "è difficilissimo togliere il sangue dal marmo bianco".

Father John era irlandese. Fumava e beveva ed era anche un po' rotondetto, ma durante la messa si trasfigurava e creava uno spazio di magia spirituale: non era di certo un asilo, ma un sacramento nel vero senso della parola. Era un momento di preghiera e meditazione tale, che davvero uscivamo con la sensazione di esser parte di qualcosa più grande di noi. 

Era piuttosto progressista durante le sue prediche e difatti è stato rispedito in Irlanda, anche se la versione ufficiale è che è stata una sua decisione. Ma non cercava di certo di fare tutti contenti con prese di posizione tiepide, era un rivoluzionario, come ogni leader dovrebbe essere.

Solo chi non ha paura della controversia può essere una vera ispirazione. Perché come diceva Van Gogh del dipingere: "l'energia più forte viene dalla prossimità di colori contrastanti". Non so bene perché questo mi sembri così rilevante in questo contesto, ma in qualche modo lo é.



3 comments:

  1. A parte che poi non capisco perchè molti preti parlino di religione come se stessero sempre raccontando una fiaba ai bambini, senza neanche approfondire le metafore.
    Comunque è vero che chi ha queste prese di posizione tiepide non lascia il segno. Bella la frase di Van Gogh.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cara, hai ragione sulle fiabe.
      Se ti è piaciuta la frase di Van Gogh, ce n'è una simile di Chagall che mi piace ancora di più: "Tutti i colori sono amici dei loro vicini e amanti dei loro opposti". Bello, eh?

      Delete
    2. Bella anche questa, la sapevano lunga sti pittori!

      Delete