Wednesday, November 15, 2017

of marriage and Lufthansa -- sul matrimonio e la Lufthansa



So, you would think that after so many years of practice, we'd start to get better at marriage
But no. 
It's hard enough but wait until two cranky teenagers are added to the recipe. God, it's hard. 
It's hard to get out of certain patterns when it's always the same people who are involved.
And that's why they put "the bridge" into songs. Because at a certain point you just want a break, you want the music to sound a bit different

Recently my sister had a chance to enjoy an upgrade during an intercontinental flight with Lufthansa. And that, my friends, was a different music.

The darling flight attendant who was taking care of her, is the reason why we agreed that ALL HUSBANDS IN THE WORLD should undergo the same training at some point in their lives, sooner rather than later.

The guy:

Asked her multiple times whether she was comfortable or needed anything.

Kept coming by with wine and filling her glass.

He kneeled by her side to better catch all that she was saying.

Brought wine.

Every time he walked by her seat, he smiled at her.

Gave her wine.

He made sure her blanket was covering her legs.

He had wine.

Smiled at all times and addressed her politely by her name. 

Did I mention the wine? There was wine

He put a bottle of water by her side while she was asleep, just in case. This means: "Sleep well, I will be watching over you, I thought you might get thirsty at some point. Let me know if there is anything else I can do for you. Sweet dreams." 

Lufthansa is the answer. Let's sign the husbands up right away.

--------------------------------

Verrebbe da pensare che dopo così tanti anni di pratica potessimo averla capita questa cosa del matrimonio
Invece no.
Già è un casino di per sé, ma poi aspettate che si aggiungano al pentolone due adolescenti in crisi esistenziale. 
Dio mio.
È difficile uscire da certi scenari quando sono sempre gli stessi personaggi a essere coinvolti. 
Ed è per quello che nelle canzoni mettono il "Bridge", perché a un certo punto, almeno per un po', vorresti sentire una musica diversa. 

Di recente mia sorella ha avuto la fortuna di godersi un cambio di classe durante un volo intercontinentale con Lufthansa, e quella si, cari amici, che era un'altra musica.

L'assistente di volo (che fra l'altro era un mega figone e conoscendo mia sorella so che buon sangue non mente) si è amorevolmente occupato di lei durante tutta la durata del volo, convincendoci che TUTTI I MARITI DEL MONDO dovrebbero fare lo stesso corso di formazione, e al più presto.

Le ha chiesto diverse volte se era comoda o aveva bisogno di qualcosa.

Continuava a passare con una bottiglia di vino per rabboccare il suo bicchiere.

Si accovacciava di fianco al suo sedile per sentire meglio quello che lei gli diceva.

Le portava dell'ottimo vino.

Ogni volta che passava nel corridoio, le sorrideva.

E le versava il vino.

Si è assicurato che la coperta arrivasse fino ai piedi.

Aveva del vino squisito.

La chiamava per nome e le parlava sorridendo.

Ho già detto del vino? Il vino.

Le ha messo una bottiglietta d'acqua vicino al sedile mentre dormiva. Un gesto che vuol dire: "Dormi bene, non preoccuparti di niente. Ho pensato potessi avere sete, stanotte, fammi sapere se posso fare qualcos'altro per te. Sogni d'oro."

Via! Tutti alla Lufthansa! E in fretta! 

(pic from Pinterest)









1 comment:

  1. Fantastica questa cosa del vino! Molto distensiva...ma l'obiettivo è inciuccare i passeggeri? :D

    ReplyDelete