Thursday, June 16, 2016

Yesterday all my troubles seemed so far away...


Last night I attended the end-of-middle-school celebrations for my girl. As a matter of principle I hate celebrating the end of anything, so I was busy swallowing tears all night, both at seeing my baby girl all grown up and at the prospect of having both kids in high school. Because I do remember very well what I did in high school. God help me.
Then this morning I got the final blow. I read an article by Melinda Gates (to me = God) about a kind of gender gap that's hardly ever discussed: the disproportionate burden of unpaid housework women bear on their shoulders compared to men. Women spend on average 4 hours a day on unpaid work, which is the same time the Beatles spent practicing. This means that without the mess-control and cooking, grocery shopping, etc, I could have been the next Paul Mc Cartney.
So fuck the ironing, today it's just me and my guitar.

---------------------------------------

Ieri sera sono stata alla festa per la fine delle scuole medie di mia figlia. Per principio non festeggio mai la fine di niente, e per tutta la serata ho dovuto mandare giù lacrime di fronte alla mia bambina diventata di colpo così grande e anche di fronte alla prospettiva di avere entrambi i figli al liceo. Perché io mi ricordo benissimo quello che facevo io al liceo. Che il Signore ci aiuti.
Stamattina poi ho ricevuto il colpo di grazia leggendo un articolo di Melinda Gates (che per me é Dio) riguardo ad una discriminazione ai danni delle donne di cui poco si parla: il tempo che le donne passano ad occuparsi della casa e della famiglia (lavoro non retribuito) rispetto agli uomini. In media 4 ore al giorno, che era lo stesso tempo che i Beatles passavano a provare. Ciò significa che se non avessi da tenere a bada il casino dei ragazzi, cucinare, fare la spesa etc, avrei potuto diventare la prossima Paul Mc Cartney.
Quindi oggi vaffanculo il ferro da stiro, siamo solo io e la mia chitarra.

No comments:

Post a Comment