Sunday, December 11, 2016

Of zombies and eclipses -- Sugli zombie e le eclissi

So my kids attend an international school which has a straightforwardness I really like, it does not care much about phoney political correctness, Christmas is called Christmas even in the presence of other religions, for the simple reason that it's its name.
At the beginning of the school year, my son's class organised an adventure-day to help the new kids fit in right away. Typically quite a few new kids attend International schools each year due to expatriates' silly habit of not being able to stick to one county for too long.

The kids went to a paintball arena and shot the hell out of each other until they looked like multicoloured zombies.
The most reckless of all was the teacher accompanying them, who in the Gopro video they filmed (at least until the camera too was covered in paint) looks like a mad Rambo on cocaine.
Of course they had a blast. The parents were not required to sign any liability papers, only permission for the kids to skip school for one day.
One of the new kids, who just moved here from America, could not believe his luck. He said in his home country there is no way in hell that the school would ever allow something like that.  He said one of his school mates had been suspended and sent to psychological evaluation for writing in an essay that he liked zombie movies.

My son asked me what I thought about this. A teenager requesting a parent's opinion on any given subject is an event with the same likeliness of a solar eclipse.  Words need to be weighed carefully, because, just like in the case of an eclipse, the chances of this happening again in our lifetime are quite slim.

So I said: sure these measures are a consequence of all the episodes of gun violence plaguing this kid's home country. But for me they are missing the point. It's kind of like trying to lose weight by eating sugar because it's fat-free:
It is true.
It is pertinent with the issue we are trying to sort out.
It addresses it somewhat.
But it's just fucking stupid.

To which my son replied, with the enthusiasm he admittedly reserves to my opinions when they are dignified by the extra glamour of a swearword:
EXACTLY.

----------------------------------------------------------------------------------

La scuola internazionale frequentata dai miei figli gode di una meravigliosa reticenza ad essere politicamente corretta sulle questioni di buon senso. Per esempio il Natale si chiama Natale nonostante la scuola sia frequentata anche da ragazzi di religioni diverse, per il semplice fatto che è il suo nome.
All'inizio dell'anno scolastico, la classe di mio figlio ha organizzato un'avventura di un giorno intesa ad aiutare i nuovi studenti ad integrarsi. Le scuole internazionali hanno ogni anno diversi nuovi studenti a causa della pessima abitudine degli expat di non riuscire a stare fermi nello stesso posto per molto tempo.

Sono quindi andati ad una Paintball arena e si sono sparati a vicenda all'impazzata finché non sembravano degli zombie variopinti.
Il più scatenato di tutti era il professore che li accompagnava, che nel video filmato con la Gopro (almeno finché anche l'obbiettivo non è stato ricoperto di vernice), sembra un Rambo pieno di coca.
Si sono ovviamente divertiti da pazzi. I genitori non hanno dovuto dare il permesso per questa particolare attività ma solo per fatto che i ragazzi non sarebbero stati a scuola.
Uno dei nuovi compagni si era appena trasferito qui dagli Stati Uniti con la sua famiglia, e non poteva credere ai suoi occhi. Ha detto che nel suo paese la scuola non avrebbe mai e poi mai dato il permesso ad un' attività del genere. Un suo compagno di classe è stato sospeso e spedito dallo psicologo per aver scritto in un tema che gli piacciono i film con gli zombie.

Mi figlio mi ha chiesto che cosa ne pensassi. Un adolescente che chiede un'opinione ad un genitore, qualunque sia il tema, è un evento che gode della stessa probabilità di un eclissi solare, e va quindi trattato con lo stesso riguardo, perché non si ripresenterà se non forse un'altra sola volta nella vita.

E così ho detto: certo, hanno queste misure preventive estreme a causa di tutti gli episodi di violenza con armi da fuoco che affliggono il loro paese. Ma secondo me non sono di certo i film con gli zombie il problema. È un po' come se si cercasse di dimagrire mangiando solo zucchero perché è senza grassi:
È vero.
Ha a che fare con il problema che stiamo cercando di risolvere.
È un passo forse nella direzione giusta.
Ma è semplicemente una stronzata colossale.

Al che mio figlio ha risposto, con l'entusiasmo riservato alle mie opinioni soltanto quando si presentino impreziosite da una parolaccia:
ESATTAMENTE.

2 comments: