Friday, August 19, 2016

of the penis and the robbery -- sul pene e la rapina


I have lived both in the US and in Japan. I have also lived in a few other countries, which gives me a nice variety of choices while following the olympics as to which team I want to root for, depending on who is competing  (and who is winning, of course).
Today, inspired by the olympics, I am going to use a penis (not literally) to demonstrate the cultural discrepancy between east and west.

On one hand we have the American Lochte jerk, who made up a story about being robbed at gunpoint to try to get the press coverage he couldn't get with medals, swimming in the shadow of Mr. Phelps as he was.
Hilariously, he blamed the misunderstanding on the fact that being in a foreign country with a language barrier is intimidating. Give this guy an Oscar! Presto!

On the other hand we have Japanese pole vaulter Hiroki Ogita, bless his heart. A video seems to show the atlete hitting the bar with his penis under his shorts and causing it to fall (the bar, not the penis).
Mr. Ogita has been DENYING the content of the video, saying he's DEVASTATED for the coverage given by the foreign media to this matter.

Dear Mr. Ogita, in the west a male athlete would give ANYTHING for press coverage in which failure at a sport can be blamed on the bulkiness of his attributes. Can you just imagine?
'Mr Lochte, why did you come in second today?'
'Because my package is bulkier than mr Phelps', it's simple hydrodynamics.'
He wouldn't have had to make up the story about the robbery and would have come out much better.

------------------------------------------------------

Ho vissuto sia negli Stati Uniti che in Giappone. Ho vissuto anche in altri paesi, il che mi torna utile per poter scegliere per quale squadra tenere quando guardo le Olimpiadi, a seconda di chi sta gareggiando (e chi sta vincendo, ovviamente).
Ogg, ispirata dalle olimpiadi, utilizzerò un pene (non letteralmente)  per dimostrare la discrepanza culturale tra oriente e occidente.

Da un lato abbiamo quel cretino di Lochte, l'americano che si è inventato la storia della rapina a mano armata per far parlare di sè sui giornali, visto che non ci riusciva in altro modo (avendo nuotato  nell'ombra del signor Phelps).
Ha anche dato la colpa del malinteso al fatto che essere in un paese straniero in cui non si conosce la lingua crea un senso di smarrimento. Diamogli un Oscar, presto!

Dall'altro lato abbiamo il saltatore con l'asta giapponese Hiroki Ogita, quell'innocente. Un video sembra mostrare che durante un suo salto ha toccato la sbarra con il suo pene (nei pantaloncini!) facendola cadere.
Il signor Ogita ha NEGATO questo fatto, dichiarandosi IMBARAZZATISSIMO dall'attenzione esagerata che è stata data dai media occidentali a quel video.

Mio caro signor Ogita, nei paesi occidentali qualsiasi atleta PAGHEREBBE ORO perché sui giornali si dia la colpa di un fallimento sportivo all'ingombro del suo pene, ma ci pensate?
'Signor Lochte, come mai oggi è arrivato solo secondo?'
'Perché ce l'ho più grosso di Phelps, è una semplice questione di idrodinamica'.
Non avrebbe nemmeno avuto il bisogno di inventarsi la rapina e ne sarebbe uscito molto meglio.


3 comments:

  1. Replies
    1. Ah, volevo dirti che giro il link del tuo blog alla mia amata cognata che vive a Zurigo, anche lei expat per amore... di mio fratello.

      Delete
  2. Ma certo! Forse dopo aver letto le boiate che scrivo, si spaventa...

    ReplyDelete