Sunday, July 24, 2016

of travelling south -- del viaggiare verso sud

(DISCLAIMER: THIS POST HAS A TOXIC CONCENTRATION OF STEREOTYPES WHICH ARE NOT JUST UNFAIR BUT SOMETIMES ALSO HIGHLY ENTERTAINING)

So I guess this blog started out as a travel blog, for God's sake, it has the world expat written all over it, how in the world did I get derailed into talking about books and Roger Federer and all such nonsense!
Last week I was travelling. Not the kind of travel that inspires philosophical thoughts such as flying over the ocean through the night and feeling my karma flow in harmony with the spinning of the planets and the whole universe.

No.

I was stuck in line at the Gotthard Tunnel driving south from Switzerland to Italy to visit my family. The Gotthard Tunnel is a bottleneck separating the two nations, and depending on how many Germans are travelling south at the time to walk our beaches in sandals with socks or fall in love with our lifeguards, the duration of the trip can increase exponentially.

Anyway. I was driving and my philosophical thinking was triggered by two related events: first a driver emptying his ashtray from the car window (on the highway! as he drove! just reached outside, flipped all the cigarette butts and let them dance around desperately on the asphalt! This is Switzerland, I believe there is the death penalty for that!).

Then another driver cut the entire line of cars that was diligently waiting to enter the Gotthard tunnel, he pretended he was going to take the exit for Göschenen  and then proceeded to place his car at the very front of the line. He could have had a FUCK YOU sign flashing from his back window for all he cared. And here is the thing: Both cars were from Belgium!

Of course you cannot really blame Belgian people for behaving like assholes, because living in the proximity of such a toxic concentration of politicians, makes being ethical utterly impossible.

But this is the thing: Whenever people travel further south from where they live, their behaviour gets worse.
This is indeed also valid for the Swiss, because on their highways they are very careful to never drive above the speed limit and they are the most courteous drivers on the planet. 
Pass the southern border and you'd better get out of their way! They all get acute Hamiltonitis and flash the hell at you if you happen to be in their way driving below 200km/h.

Of course you cannot blame Swiss people for going crazy once they breathe Italian oxygen, after all their national idea of fun is sitting around a table eating fondue.
(I am just kidding, the Swiss are risk-taking masters and excel in every extreme sport you can think of) (and I hope they let me stay in their beautiful country forever).

I could have come up with observation, about people engaging in their worse behaviour when they move south, many years ago. It was already under my nose in 1997 when I lived in Thailand, the place where the whole northern (male) humanity likes to travel to behave like SCUM.

--------------------------------------------------------

(ATTENZIONE, QUESTO POST È PIENO ZEPPO DI STEREOTIPI CHE NON SONO SOLO SPREGEVOLI MA A VOLTE ANCHE NECESSARI)
Insomma, questo blog è iniziato come blog di viaggio, per l'amor di Dio! Ha EXPAT scritto ovunque! Com'è che sono finita a parlare di libri e Roger Federer e tutte le altre assurdità?!
La settimana scorsa ero in viaggio. Non il tipo di viaggio che ispira pensieri filosofici tipo quando si è in aereo di notte sull'oceano e il Karma vola in sintonia con il volteggiare dei pianeti e di tutto l'universo.

No.

Ero piantata in coda al tunnel del San Gottardo per andare a trovare la mia famiglia. L'attraversamento del tunnel del San Gottardo, richiede tempi di transito estremamente variabili a seconda di quanti tedeschi stanno viaggiando verso sud in quel momento per passeggiare sulle nostre spiagge in sandali e calze o innamorarsi dei nostri bagnini romagnoli. Una volta ho fatto 4 ore di coda.
Comunque. Guidavo tranquilla e il mio filosofeggiare è stato ispirato da due eventi: prima un automobilista che con massima tranquillità ha svuotato il contenuto del suo portacenere dal finestrino. In autostrada! Ha tirato fuori il braccio e ha rovesciato per terra tutti i mozziconi lasciandoli a danzare disperatamente sull'asfalto! In Svizzera! Mi pare che ci sia la pena di morte qui per un crimine tale.

Poi un altro automobilista, mentre aspettavamo diligentemente in coda il nostro turno per entrare nel tunnel, ha pensato bene di superare tutta la coda usando la corsia di uscita per Göschenen per poi piazzarsi in prima file. Avrebbe potuto avere un'insegna luminosa con su scritto E ANDATE TUTTI AFFANCULO sul finestrino dietro per quanto gliene fregava della coda. 
Il punto è che entrambe le macchine in questione erano targate Belgio!

Certo, non si possono incolpare gli abitanti del Belgio per un comportamento così incivile, infondo vivendo in prossimità di una tale concentrazione di politici, mantenere un comportamento etico è pura utopia.
Ma il fatto è questo: ogni volta che qualcuno viaggia in un paese più a sud rispetto al proprio, perde ogni ritegno.

Questo vale anche per gli svizzeri, i quali sulle loro autostrade viaggiano tutti ligi rispettando i limiti e sono tra gli automobilisti più diligenti che abbia mai visto. Poi passano il confine ed è meglio che tu ti levi dalle palle! Si beccano tutti la Hamiltonite acuta e ti sparano dei fari feroci alle spalle se per caso li intralci andando a meno di 200km all'ora.

Certo, non si possono incolpare gli abitanti della Svizzera se non appena respirano un po' d'aria italiana diventano pazzi. Infondo la loro idea di divertimento nazionale è sedersi intorno a un tavolo a mangiare fonduta.
(Sto scherzando! Gli svizzeri sono i migliori al mondo in tutti gli sport estremi e amano il rischio e l'aria aperta) (e spero che mi lasceranno vivere nel loro meraviglioso paese per sempre).

Se ci penso avrei potuto arrivarci anni fa a questa teoria del movimento verso sud come innesco per comportamenti incivili. 
Era già lì sotto al mio naso nel lontano 1997 quando abitavo in Thailandia, il paese in cui tutta l'umanità (maschile) dell'emisfero nord si sposta per comportarsi come delle MERDE.

(pic from Pinterest. Unfortunately not my tattoos... )



No comments:

Post a Comment